Un giorno forse gli esseri umani potrebbero ritornare alle origini e abitare nelle foreste in case ecologiche costruite a partire dalle radici degli alberi.

È questa la proposta bizzarra lanciata da un gruppo di ricercatori americani e israeliani, del Massachussets Institute of Technology (Mit) e dell’Università di Tel Aviv, come soluzione per salvare il nostro pianeta dagli effetti devastanti dell’inquinamento.

L’idea degli scienziati è quella di costruire tante “case-albero” nelle città a partire dalle radici di un albero vero. Quindi, senza utilizzare il cemento ma solo materiale naturale. Ogni casa potrebbe essere dotata di tantissime “eco-funzioni”, attivabili attraverso pannelli solari o tramite lo sfruttamento del vento. In pratica, tutta l’energia necessaria verrebbe prodotta tramite fonti pulite e i rifiuti prodotti dagli abitanti verrebbero convertiti in sostanze nutritive per gli alberi.

Gli scienziati sperano che queste “case-albero” riportino gli esseri umani alle loro origini, trasformando l’inquinamento e i suoi effetti in un brutto ricordo del passato. La chiave del progetto risiede nella scienza dell’aeroponica e dell’idroponica. La tecnica della coltura aeroponica consiste nel coltivare le piante su supporti di varia forma e struttura generalmente fatti in modo da offrire loro sostegno lasciando le radici esposte all’aria, e in un ambiente nel quale possono essere periodicamente irrorate con una soluzione nutritiva prodotta grazie alle tecniche di coltura idroponica.

Queste tecniche consistono nella produzione di sostanze nutritive organiche, a partire da composti inorganici come l’anidride carbonica e l’acqua. In pratica, i sostegni e le mura delle eco-case sarebbero composte da piante nutrite attraverso sostanze nutritive provenienti da composti inorganici. In pratica, gli esseri umani vivrebbero in case totalmente ecologiche, non costruite con il cemento, ma con sostanze completamente naturali. I disegni del progetto sono pronti e forniti di ogni dettaglio, ma per il primo prototipo bisognerà attendere almeno 10 anni.


 





Leave a Reply.