Il movimento globale per il recupero di 150 milioni di ettari degradati di foreste e' vicino al primo traguardo: grazie agli ultimi impegni assunti da Costarica e El Salvador, verranno riportati in salute 50 milioni di ettari di polmoni verdi. L'annuncio arriva dallUnione mondiale per la conservazione della natura (Iucn), grande supporter dell'iniziativa, la cosiddetta ''Bonn Challenge'', lanciata dall'Associazione globale per il ripristino del paesaggio forestale (GPFLR).

Costarica e El Salvador si uniscono cosi' alla truppa che ha promesso di intervenire per la riforestazione di alcune aree: Usa, Ruanda e il 'Brazilian Mata Atlantica Restoration Pact'.

''I governi e le popolazioni - afferma Julia Marton-Lefevre, direttore generale dell'Iucn - stanno chiedendo soluzioni fattibili per le maggiori minacce attuali, inclusi i cambiamenti climatici. La Bonn Challenge e' una soluzione basata sulla natura, questo e' il motivo per cui sta catturando l'attenzione mondiale''. Calcolando anche una dichiarazione di intenti dell'India per oltre 20 milioni di ettari e altri 20 milioni da parte della 'Meso american alliance for peoples and forests', l'obiettivo dei 50 milioni di ettari di foreste sottratti al degrado secondo l'Iucn e' a portata di mano. ''Recuperare 150 milioni di ettari nei prossimi 10 anni - afferma Stewart Maginnis dell'Iucn - potrebbe potenzialmente chiudere il 'gap delle emissioni' dell'11-17% e iniettare oltre 80 miliardi di dollari l'anno nelle economie locali e nazionali''.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



Leave a Reply.