A differenza di quanto pensato finora, una passeggiata sulla spiaggia non sarebbe affatto salutare. Secondo un gruppo di ricercatori della University of California di San Diego, camminare in località balneari potrebbe farci respirare sostanze chimiche altamente nocive.

Dai dati emersi dallo studio, pubblicato sulla rivista «Proceedings of the National Academy of Sciences», i ricercatori hanno rilevato che il fumo delle navi in mare o al porto sta influenzando significativamente la qualità dell’aria nelle città costiere. Le sostanze nocive emesse dalle navi potrebbero penetrare nei polmoni dei passanti e provocare gravi conseguenze sulla salute, come ad esempio il cancro ai polmoni.

Si stima che l’inquinamento delle navi provochi ogni anno la morte di 60 mila persone in tutto il mondo. Le quantità elevate di solfato, responsabile dell’inquinamento dell’aria costiera, rilevate dai ricercatori sono addirittura aumentate nell’ultimo periodo.

«Le navi sono davvero senza regole quando si tratta di inquinamento», hanno detto i ricercatori, che hanno in particolare analizzato l’aria delle coste californiane. Ma questo è un problema che riguarda quasi tutte le città costiere del mondo. Proprio per questo entro il 2015 dovrebbe entrare in vigore una norma internazionale che dovrebbe imporre le navi a utilizzare carburanti più puliti.


 





Leave a Reply.